CapoTrave / Kilowatt

Nel 2003 il Comune di Sansepolcro ha deciso di investire le sue pubbliche risorse nel progetto presentato da quattro giovani di Sansepolcro sulla ventina. Questi giovani hanno fondato un’associazione culturale chiamata CapoTrave, dal nome della montagna degli Appennini, in Toscana, appena sopra Sansepolcro.  Nell’antichità i grandi tronchi di legno che viaggiavano sul Tevere verso Roma venivano proprio da Capotrave; essi venivano usati per costruire le grandi  costruzioni del periodo romano pre-imperiale. Il Comune di Sansepolcro ha approvato il progetto di CapoTrave: era dedicato a nuove forme di espressione nelle performing arts. Il nome scelto per il festival fu “Kilowatt” e il sottotitolo dell’evento fu “L’energia della scena contemporanea”.

Oggi il festival è considerato uno dei più importanti eventi in Italia per quanto riguarda il teatro e la danza contemporanei. Esso è sovvenzionato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, Regione Toscana e Unione Europea. Il festival è inoltre sovvenzionato da molti sponsor privati e pubblici. Dalla fine del 2013 Capotrave/Kilowatt gestisce insieme all’Associazione Laboratori Permanenti lo spazio teatrale presso l’Ex Ospedale della Misericordia, il primo teatro pubblico di Sansepolcro. Qui durante l’anno si svolgono circa 15 residenze artistiche di 15 giorni ciascuna nelle quali le compagnie di teatro o di danza hanno modo di creare, provare e portare avanti le proprie ricerche artistiche e di aprirsi al pubblico.

 

GALLERY

CONTATTI

Via della Misericordia 19, 52037, Sansepolcro (AR)

Tel: 0575.733063 – Cell: 393.8110302

email