Pilar Ternera

L’ Associazione Pilar Ternera è un’impresa di produzione teatrale nata nel 2004 per volontà di un gruppo di artisti provenienti da diversi campi che si incontrano sul terreno comune della ricerca teatrale. Il lavoro si sviluppa subito in una serie di eventi performativi e incontri multidisciplinari, che costituiranno anche in seguito la direttrice fondamentale del lavoro del gruppo. Proprio per la natura della sua genesi, Pilar Ternera ha incluso fra le sue iniziative,le esperienze più disparate sia nella produzione artistica che nell’attività organizzativa, attuando negli anni varie collaborazioni fra artisti e personalità del mondo culturale con cui si sono intrapresi percorsi comuni e di confronto. Nel 2007 la direzione artistica è rilevata da Francesco Cortoni che avvia progetti artistici rivolti, oltre che alla nuova scena, alle nuove generazioni e all’infanzia.

Il lavoro della compagnia si delinea per tre filoni principali, il primo “è più tragico un comico o più comico un tragico” vede Pilar Ternera impegnata in una rilettura di testi classici in chiave pop e contemporanea. Da qui quindi nascono lavori come “Non ho Prospettive” dall’Amleto ( 2007 ) finalista del premio scenario Aquila, “Provaci Ancora” da Romeo e Giulietta ( 2010 ) vincitore del premio nazionale Giovani Realtà del Teatro Accademia Nico Pepe Udine, Cenere alle Ceneri da A. Pinter ( 2011 ), Ho un Vizio al Cuore dai Tre Atti Unici di A Cechov ( 2015 ) che ha debuttato all’interno della Rassegna Teatri di Confine di FTS.

Secondo importante filone “Fiabe“ alla riscoperta delle fiabe classiche, propone una rilettura in chiave non disneyana, e mirata a riscoprire l’importante ruolo dell’immaginazione nella crescita dei bambini. In quest’ottica si muovono lavori come Cenerentola e il Soffio Magico ( 2012 ) , Una Storia da Hansel e Gretel ( 2013 ) e Pinocchio ( 2014). Per marzo 2017 è previsto il debutto de “Il Re dei Pavoni”.

Nel 2017, con il debutto di Pilar Ternera in “Scene di Libertà” di Jan Friedrich si avvia “Scena Europa”, progetto sulla drammaturgia contemporanea europea, che mette in relazione drammaturghi contemporanei e compagnie professioniste per la realizzazione di opere inedite e mai tradotte in Italia . Il progetto è in collaborazione con il Dipartimento Linguistico dell’Università di Pisa e l’Associazione PAV. Per il 2018 è previsto il debutto di Walter Benjamin di F. Sontag.

Nel 2012 vince il bando Funder 35 promosso da Fondazione Cariplo e Acri.

Dal 2013 l’associazione gestisce il Nuovo Teatro delle Commedie (NTC) di Livorno uno spazio aperto che mette a disposizione della città e delle sue realtà artistiche uno spazio ampio e articolato per contribuire al rilancio della vita culturale della città. L’attività, grazie anche alla natura dello spazio, si articola in diverse azioni ed è pensata per offrire opportunità di scambi e occasioni di incontri. Le principali aree di attività sono la formazione sia di base che di approfondimento sui linguaggi teatrali, la visibilità per la scena contemporanea, per le nuove generazioni e il sostegno alle produzioni. Grazie a questo costante impegno il NTC è sostenuto dalla Regione Toscana come spazio di residenza teatrale, per il triennio 2016 – 2018.

GALLERY

SOCIAL

CONTATTI

Via Terreni 3, 57122, Livorno

Tel: 0586.1864087

email